Tuesday, February 05, 2008

io_ritengo_quindi_non_cago

La "Risposta a Stefano" è anche risposta ad un manipolo mentecattocomunista di detrattori
("Himma", "Fatina", "Ritama", "Matarisci", "Claudio", "Michele", Alex", "Simona", ecc., ecc.)
MA-ANCHE (Veltronismus imperat) estimatori di Nereo Villa :D :D :D :D :D :D :D :D :D
Caro Stefano,
la risposta ad ogni tua domanda potrai averla in te stesso se saprai rispondere a quest'altra domanda da parte mia: per quale motivo la responsabile del gruppo della conferenza di Pescia si preoccupò di dirmi che la conferenza che avrei dovuto tenere da lì a qualche giorno (successiva a quella del 14 maggio 2006) avrebbe dovuto svolgersi senza la pretesa di essere "ascoltata" dagli ascoltatori?
Io non sono abituato a premesse di questo tipo rispetto a ciò che ho da dire o comunicare agli altri. E mai mi presterò a simili cose. Da allora ho cercato continuamente di spiegare le mie ragioni, ma dato che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, ha vinto per forza di cose l'ambiguità di chi sostiene che è giusto tutto eil contrario di tutto. Cioè: "Vieni a parlarci però non pensare di essere ascoltato più di tanto perché ognuno ha la sua verità e bla, bla, bla, bla...
Questo è proprio ciò che io contesto e che combatto in quanto sulla base del relativismo di pensiero, si è arrivati allo sfascio in ogni campo sia individuale, che sociale, che economico, che politico, ecc...
Fonte:

Labels:

0 Comments:

Post a Comment

<< Home